Frati Minori del Salento

sitica1

Novena alla Madre della Grazia

 Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.
 
Padre nostro...
 
Ave, Maria...
 
Io credo in Dio, Padre onnipotente...
 
Madre di Dio e degli uomini! Veniamo a te per venerare l’opera stupenda che la Santissima Trinità ha compiuto in Te, nella generazione di Cristo, Redentore del mondo e tuo Figlio. Ringraziamo Dio per Te, prima tra i redenti; per Te, preservata tra tutti i figli di Adamo dal peccato originale. O Maria! Sii Madre della nostra liberazione da ogni male.
Ave, Maria.
 
O Maria, Vergine del silenzio, Madre del Verbo incarnato, formaci alla tua scuola, fatta di ascolto e di accoglienza, perché tutta la nostra esistenza sia spazio in cui risuona l’unica Parola di Vita. Da Te possiamo apprendere quel vero silenzio che è il morire a se stessi per vivere in Cristo.
Ave, Maria.
 
Maria, umile serva del Signore, Madre umilissima del nostro umile e mite Salvatore, dalla profondità del tuo silenzio proclami che Dio solo è grande e riconosci, con stupore di piccola, che Egli si è degnato di guardarti: insegnaci a conformarci a Gesù tuo Figlio e restare accanto a Lui con umiltà.
Ave, Maria.
 
O Maria, discepola obbediente del Cristo obbediente fino alla morte, la tua obbedienza è segno del tuo amore smisurato e della tua totale e irrevocabile appartenenza al Signore: insegnaci l’obbedienza quale mistero di vita, crogiolo del cuore consacrato totalmente all’Amore.
Ave, Maria.
 
logolagraziaO Maria, Vergine orante, che hai desiderato vedere il volto del Signore, che lo hai adorato in silenzio, così coinvolta nel mistero della sua presenza; che hai saputo manifestare il più alto canto di lode e di ringraziamento; che ti sei fatta intercessione per la gioia di una festa di nozze; che sei rimasta lassù, ai piedi della Croce; che nel Cenacolo riveli l’icona della Chiesa orante: guidaci nel cammino della preghiera, insegnaci a lasciarci plasmare dallo Spirito.
Ave, Maria.
 
Maria, pellegrina della fede, che ti fu richiesto di camminare su strade ardue e impraticabili, che sei rimasta fedele sotto la Croce, Madre di tutti coloro che credono senza vedere, sostienici nel nostro cammino verso una fede più autentica e matura, verso una resa incondizionata al nostro Dio.
Ave, Maria.
 
O Maria, creatura nata sotto il segno della gratuità, in tutta la tua esistenza esprimi proprio ciò che è la grazia, dono… semplicemente dono! Madre della divina Grazia, canale dell’Amore incarnato, aiutaci ad apprezzare ciò che già ci è donato, fa crescere in noi il senso della gratuità e della gratitudine, perché anche la nostra vita sia una lieta offerta, gradita a Dio e agli uomini.
Ave, Maria.
 
O Maria, Madre di Misericordia, Madre di Colui che è “la nostra pace”, aiutaci a deporre ai suoi piedi tutte le nostre armature e a lasciarci definitivamente conquistare da Lui per diventare veri figli di Dio, operatori di pace.
Ave, Maria.
 
O Maria, o tutta santa, primo capolavoro di santità uscito dalle mani di Dio, rassicura il nostro cuore perché sappiamo comprendere a quale speranza Dio ci ha chiamati, quale tesoro ci attende nell’eterna comunione dei santi.

Ave, Maria. 

 

Salve, Regina...

 

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, o santa Madre di Dio. Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, ma liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta. Amen.

 

Nos cum prole pia.

Benedicat VIrgo Maria.

Share