Frati Minori del Salento

sitica1

San Giovan Giuseppe della Croce

San Giovan Giuseppe della CroceSan Giovan Giuseppe della Croce venne in visita alla nostra chiesa, uno dei conventi che cadevano sotto la sua giurisdizione di responsabile dei Frati Minori, secondo la Riforma Alcantarina, nell’estate 1705.

Originario di Ischia, Giovan Giuseppe crebbe educato nella fede e nella devozione mariana,

anche per la felice coincidenza della sua nascita nella Festa dell’Assunzione di Maria che in quell’anno (1654) cadeva di sabato (giorno solitamente dedicato al ricordo della Madre Dio dalla devozione cristiana).
IMG 0782

Molto presto dichiarò il suo desiderio di consacrarsi al Signore tra i figli di san Francesco e, giovanissimo, indossò il saio nella Riforma dei Padri Scalzi di S. Pietro d’Alcantara. Uno dei primi membri italiani di questa Riforma nata in Spagna, la sua vita fu un’ascesa vertiginosa alle vette più alte della santità che manifestava in un’ascesi rigorosa e in una umiltà insuperabile, anche quando l’obbedienza gli affidò incarichi di governo non indifferenti.

 

Anche per giungere nella nostra Galatone si assoggettò a non poche fatiche, in tempi in cui i trasporti non erano facili e le strade del sud Italia non così sicure. All’epoca della sua visita, Galatone era già casa di Noviziato e i Frati Alcantarini godevano di fama di santità tra la gente. La sua permanenza è ancora oggi ricordata in un dipinto al sommo di una minuscola scala d’accesso al Noviziato, un tempo la cappella dello stesso.   

 

Recentemente, infine, per interessamento del Guardiano Fr. Gregorio Di Lauro, si è entrati in possesso di una insigne reliquia del Santo, consistente in un pezzo del suo saio.

Share